2G 78 | Junya Ishigami

International Architecture Magazine

49,90

This field can't be Empty
This field can't be Empty
This field can't be Empty
This field can't be Empty

IN ARRIVO

La prima volta che Junya Ishigami si è fatto conoscere in Europa, con la sua proposta per il Padiglione del Giappone per la Biennale di Architettura di Venezia 2008, era un giovane architetto quasi sconosciuto che aveva lavorato per diversi anni con Kazuo Sejima e non aveva ancora dato vita al suo Studio Junya Ishigami + associati, fondato nel 2004.

Nel padiglione di Venezia, Ishigami ha riempito tutte le pareti interne con delicati disegni di giardini un pò naif e ha deciso di costruire diverse serre con giardini reali nei giardini esterni dell’edificio. L’anno seguente terminò il Kanagawa Institute of Technology Workshop e con solo due opere fu acclamato come una delle proposte più innovative della recente architettura giapponese.

Forzando inizialmente i limiti della trasparenza e della leggerezza, i suoi ultimi lavori esplorano in modo concettuale le relazioni tra il costruito e la natura, in opere come l’Orto Botanico di Tochigi, una cappella multi confessionale in Cina o la casa ristorante per uno chef in Giappone, dove l’esplorazione della tettonica si fonde con la natura.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “2G 78 | Junya Ishigami”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.