Arquitectura Viva 264

Fernanda Canales

23,00

This field can't be Empty
This field can't be Empty
This field can't be Empty
This field can't be Empty

CONTENUTI ARQUITECTURA VIVA 264

Come nel suo lavoro accademico, Fernanda Canales radica la sua pratica in una conoscenza approfondita dell’ambiente, delle sue risorse e delle sue persone, grazie alla quale ha reso possibile la realizzazione di progetti concepiti nello spirito di ricucire le disuguaglianze nel suo paese natale, il Messico. Essere veri e propri agenti di cambiamento è motivo di orgoglio per i propri utenti.

Arquitectura Viva ne propone cinque in un viaggio dalla capitale a due città di Sonora, vicino al confine con gli Stati Uniti.
Il dossier del numero presenta due biblioteche recentemente completate in Asia da aziende internazionali: la Biblioteca Nazionale d’Israele a Gerusalemme di Herzog & de Meuron, e la Biblioteca della città di Pechino di Snøhetta.

In Arte e Cultura, Vanessa Graell ripercorre gli omaggi che si terranno quest’anno per commemorare il centenario del surrealismo, mentre Antonio Lucas racconta la corsa verso la fama dei pittori impressionisti 150 anni dopo la prima mostra che riunì questo gruppo allora alternativo.

Le consuete sezioni Notizie e Libri si completano con un elogio funebre per Antonio Fernández Alba e un altro testo in cui Luis Fernández-Galiano dà l’ultimo saluto al maestro di Salamanca, scomparso il 7 maggio.

ABBONATI SUBITO!