shop

Brera Z 2

Spring 2020

10,00

Esaurito

CONTENUTI BRERA Z 2 – SPRING 2020

Nel secondo numero abbiamo intervistato due ex allieve dell’Accademia: Marianne Heier, artista norvegese che ci ha raccontato come mai dopo aver studiato e vissuto in Italia è tornata a Oslo dove prosegue la sua carriera, e la cantautrice italiana Cristina Donà.

Maria Cristina Passoni, una delle curatrici per le collezioni della Pinacoteca di Brera interpreta alcuni ritratti, poi messi a confronto con i canoni estetici di oggi, quelli in auge su Instagram. Dall’Orto Botanico abbiamo scelto la magnolia, pianta che conta oltre cento specie, e che ora è in fioritura un po’ ovunque in città, mentre una scoperta degli astrofisici dell’Osservatorio di Brera potrebbe cambiare il modo in cui pensiamo l’Universo. E poi i meravigliosi libri della Biblioteca Nazionale Braidense: la direttrice Maria Goffredo ci dice come è cambiata la fruizione. Dall’Archivio Ricordi, ospitato nel Palazzo, abbiamo visto la storia della grafica delle copertine dei dischi.

L’Accademia di Brera accoglie un grande numero di studenti stranieri, è l’accademia più internazionale di tutte. Il corso di Pittura degli altri, in maggioranza frequentato da studenti cinesi, ne è un bell’esempio, e poi c’è anche la bella esperienza della Scuola di Scenografia che ha coinvolto altri sei dipartimenti e il Conservatorio. Quattro pagine affidate all’artista Alberto Garutti, che sono un piccolo regalo, e le fotografie, realizzate appositamente per la rivista, di Giovanni Hänninen.

VAI ALLA PAGINA DEI NUMERI PUBBLICATI!