The Order of Landscape

João Gomes da Silva

54,00

This field can't be Empty
This field can't be Empty
This field can't be Empty
This field can't be Empty

The Order of Landscape presenta una potente visione del lavoro di una figura di spicco nell’architettura del paesaggio contemporanea. Attraverso un ampio saggio fotografico in due tonalità di João Carmo Simões, una raccolta di testi e una serie di piani dettagliati, questo libro svela il lavoro di João Gomes da Silva.

A partire dal 1987, con Álvaro Siza nel progetto Malagueira, la sua carriera ha segnato in modo decisivo l’architettura contemporanea portoghese. Dal lungofiume di Lisbona al Serralves Museum Garden e al lungomare di Madeira, la concezione di Gomes da Silva di nuovi terreni propone una formalità senza formalismi e una naturalezza senza naturalismi.

“C’è un ordine specifico nel paesaggio, che riconosciamo come forma e spazio, e al quale attribuiamo un’interpretazione e trasformazione dell’ordine naturale preesistente. Il paesaggio diventa così un artefatto naturale, e l’ordine in esso diventa l’ordine del paesaggio.”

— João Gomes da Silva

“Se tutti gli spazi del paesaggio sono riferiti in termini di propri archetipi o modelli originali (e sono quindi autoreferenziali), si deve anche accettare che la sovrapposizione, la distruzione parziale, l’assimilazione e la metamorfosi sono processi fondamentali nella trasformazione del paesaggio.”

— João Gomes da Silva

“Lo spessore è sia dimensionale che metaforico, quando si considera l’atto di rimuovere strati per ottenere spazi ed elementi nascosti, attraverso l’archeologia, diventando così materia per una nuova forma, spazio e tempo. Lo spessore dello spazio è anche lo spessore del tempo e l’architettura del paesaggio è un fenomeno lungo: quanti periodi di tempo diversi può rappresentare un luogo?
La nostra memoria, collettiva e individuale, è un’esperienza spaziale e sentimentale, e possiamo dire che questa è una condizione vitale per l’esistenza dell’Uomo.”

— João Gomes da Silva